Say ”Enough!”

Succede sempre con le cose che ci fanno sentire bene, che ci danno piacere…eccedi, finché arrivi a farti male di ciò che prima ti dava sollievo e benessere.
Visto che non capita spesso di trovare e avere esattamente quello che vorremmo e ci serve per star bene, ecco che prendiamo tutto quello che di buono troviamo, così come viene.
Ma anche le cose positive non sono sempre come sembrano… E l’eccesso, di qualunque cosa, non sempre è positivo.
Bisogna imparare anche a dire: Basta.

Da piccoli ci sono i nostri genitori, gli insegnanti, le persone grandi, che ci dicono Basta.
Ma quando cresciamo, ci si aspetta che saremo abbastanza capaci e giudiziosi da sapere noi, quando dire basta.
“Dimmi tu quando basta”… e noi?
Chi sa perché facciamo sempre più fatica a dirlo… Nessuno dice mai basta, perchè così c’è ancora la possibilità di averne di più… Più tempo, più divertimento, più successo, più soddisfazione, più amore…
Più tutto… perché più è meglio.

Non è facile sapere quando dire basta, perché non è facile capire dove comincia l’eccesso… e dove il troppo inizia a strabordare e inondare tutto…
La linea che divide la moderazione dall’eccesso è sottile e mutevole, un barometro dei nostri bisogni e dei nostri desideri. Siamo noi che stabiliamo di volta in volta dov’è quella linea.
Tutto dipende anche da cosa c’è in ballo… a volte ne basta solo un po’, altre volte, invece, sembra non essere mai abbastanza…
… e vogliamo averne di più, ancora di più.

Annunci

Lesson_30: NOT GIVE UP SO EASILY

La sconfitta non esiste. Non per la sottoscritta almeno.
Non ho mai incontrato cosa che mi abbia fatto pensare “non posso farcela”.
Ogni impresa all’apparenza impossibile, è solo un’altra sfida da vincere.
Progetti, iniziative, novità… sono le cose che mi fanno alzare dal letto ogni mattina.

Non mi faccio intimorire facilmente.
Non tentenno…
Non indugio…
Non indietreggio…
… e di sicuro non mi arrendo.

Per poter tener fede ai miei impegni devo credere fortemente che la sconfitta non possa realizzarsi, che non importa quanto sia difficile e critica una situazione… c’è sempre speranza, per la mia riuscita.
Perché perfino quando la speranza sembra doversi adattare alla realtà e io mi debba arrendere alla brutale verità che, forse, esiste qualcosa che è troppo anche per me… a ben guardare è solo una battaglia persa sul campo di oggi… la guerra di domani è ancora tutta da combattere.

Perché, come si fa a sapere quando qualcosa è oltremisura?
quando è troppo tardi…
quando si parla troppo…
quando si chiede troppo…
quando si spera troppo…
e quando qualcosa è semplicemente troppo per noi.

C’è una cosa strana nella resa…
così come quando hai successo, quando ti arrendi, a posteriori… ti dimentichi persino il motivo per cui stavi combattendo.