Time

La cosa più difficile è vivere il momento.
Perché il momento è presente, e benché il presente sia l’unico tempo che abbiamo, in realtà viviamo la nostra vita in asincronia.

Siamo sempre in ritardo o in anticipo
Siamo sempre qui, mentre pensiamo a là
Siamo sempre assenti, quando presenti

Viviamo la nostra vita in continuo riscatto o inseguimento del tempo, senza renderci conto che il tempo è adesso.
Il futuro cambia sempre, il passato è marmorizzato…nient’altro se non l “ora” ci appartiene: adesso, qui, presenti….un attimo e ce lo siamo persi.

È lì che si nascondo la felicità e l’amore: in quel fugace momento in cui non si è più in ritardo, non si è più asincroni, non si è più in attesa…
Quando siamo qui, ora, presenti, vivi…ben al di là di ciò che facciamo o pensiamo:
Siamo nel momento
Siamo nel tempo
Siamo noi…
…e lo siamo adesso

This is me

Piacere, io sono…
Quante volte abbiamo l’occasione di presentarci durante la nostra vita?
Ma cosa diciamo di noi veramente quando lo facciamo? In fin dei conti cosa dice di noi un nome, un mestiere, un occupazione, un ruolo…
Cosa dicono di noi queste cose?

Cosa diremmo di noi, a noi stessi, se ci dovessimo presentare?

Ciao io sono…
sono una persona lunatica e complicata, ho brusche variazioni d’umore e sono diffidente.
Ma sono anche sensibile…non so se sia pulsante sensibilità, ma di sicuro è stata una repressa sensibilità per molto, molto tempo.
Mi sono esercitata per anni e anni a sentire di meno…
Ma gli esseri umani sono stati creati con cinque sensi…perciò per quanto mi sia allenata ed impegnata, non posso evitare di sentire …
Perché io sono anche una persona che …
…manda il messaggio della buona notte
…non sa mai come fare a dire di no
…si commuove leggendo i libri (anche solo perché finiscono)
…ama gli animali e i bambini
…crede che la colazione sia la parte migliore della giornata, ed è più bella se condivisa
…dorme con l’orsacchiotto
…sogna ancora cosa farà da grande
…odia le separazioni, anche se temporanee
…ha manie di protagonismo, ma si imbarazza se viene messa al centro dell’attenzione
…si vergogna quando le fanno i complimenti
…soffre più per il dolore di chi ama che per il proprio
…è ingorda di abbracci e dimostrazioni d’affetto
…si affeziona, raramente. Ma se mi affeziono allora non scappo. Perché se mi affeziono vuol dire che ci credo, e se credo in qualcosa allora resto. Perché sono una che …combatte per le cose in cui crede.

Questa sono io…
questo è ciò che nascondo…e lo nascondo per non sembrare debole e vulnerabile, perché semplicemente preferisco presentarmi come impenetrabile piuttosto che dovermi sforzare di essere comprensibile.

Piacere, io sono…
Dillo ad alta voce, e parti da li.

Mind the GAP

Il corpo umano è un insieme complesso e finito di sistemi interattivi.
La mente è un struttura potenzialmente infinita di creazioni e possibilità.
Non è sempre ovvio distinguere una potenzialità strutturale di realizzazione da un limite del sistema a tutti gli effetti.
In realtà ci rendiamo conto in fretta dello scarto tra sistemi, che inesorabilmente e sempre più palesemente si sviluppa con noi…

Poi, passiamo il resto della nostra vita a fingere che non sia così.

E’ solo questione di volontà, ci ripetiamo: io ci riuscirò… niente è impossibile.
Siamo capaci, siamo tenaci, siamo audaci… lo sapremmo se non ci fosse alcuna probabilità…
Non c’è niente che non va in noi.

Ma come si fa a vincere contro ogni probabilità? quando c’è solo una possibilità su un miliardo di riuscirci, come si fa a catturarla?
Tieni duro, continua a spingerti oltre ogni limite razionale, non ti abbattere, non rinunciare, non ti arrendere.

Ma la verità è che nonostante ci provi duramente, e combatti strenuamente per avere il controllo, a volte, il sistema vince comunque.