All by myself

Per esperienza non credo ci si debba aspettare che, quando si è in difficoltà, qualcuno arriverà a salvarci.
Per esperienza, credo invece, che ci si debba sempre salvare da soli.

Ho sempre sostenuto che da soli è meglio: “chi fa da sé fa per tre”, “meglio soli che mal accompagnati”.
Non lo dico perché credo che da soli si possa essere più felici, ma perché condividere le proprie gioie e i propri doli con gli altri, moltiplica ed esaspera questi sentimenti.
E’ più facile stare da soli, perché cosa faresti se scoprissi che con un complice è tutto più facile e poi non ce l’hai? e se ti piacesse e ti appoggiassi ad esso e poi tutto crollasse? e se fondassi la tua vita su questo rapporto e poi lo perdessi?
Sopporteresti una tale mancanza… sopravvivresti a un tale dolore?

Veniamo al mondo da soli e lo lasciamo da soli… e tutto ciò che avviene nel mezzo del cammino è un dovere verso noi stessi a cercare un po’ di compagnia.
Che ci piaccia o no, per quanto forti possiamo essere, per quanto indipendenti ci mostriamo, tutti abbiamo bisogno di aiuto, di sostengo, di complicità. Altrimenti siamo destinati a restare soli… degli estranei. Isolati dal genere umano, dimenticandoci quanto in realtà dipendiamo tutti gli uniti dagli altri.

Perciò arriva il momento in cui preferiamo scegliere l’amore.
Scegliamo la condivisione, scegliamo la fiducia… scegliamo l’umanità.
E in quel momento ci sentiamo… un po’ meno soli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...