Lezione_9: THE GAME.

Com’è che si dice? c’è chi ha la stoffa e chi no.
I miei compagni di corso sono dei campioni, mentre io.. io sono fottuta.

Non riesco a trovare una ragione per la quale faccio un corso di teatro.
Riesco a trovarne migliaia per cui dovrei smettere: non mi piace andare sul palcoscenico, non ho mai sognato di fare l’attrice, sono svogliata e la memoria non è mai stato il mio forte, parlo troppo in fretta e se sono agitata parlo ancora più in fretta, mi scappa da ridere e non mi prendo sul serio, non mi piace stare in gruppo e tanto meno dover dipendere dalle volontà di qualcun altro.

Come ho già detto, io sono fottuta.

E poi sembra che rendano apposta le cose difficili. Arriva un momento in cui diventa più che un semplice gioco e tocca a te a quel punto decidere se fare quel passo in avanti oppure voltarti e andartene via.
Alcuni di noi amano giocare, a qualsiasi gioco, e poi ci sono alcuni di noi che amano giocare.. un po’ troppo. I giochi hanno a che fare con lo svago, le distrazioni, il divertimento. Li facciamo per divertirci, per rendere la giornata più interessante, per distrarci da quello che la vita ci infligge quotidianamente.
Quindi gioca! Gioca rilassato e libero, come se non ci fosse niente di più naturale.
Perché non importanza se vinci o se perdi… ma come giochi la partita.

E io?
Bè, io potrei mollare ma c’è un problema.. mi piace troppo l’arena.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...